Accreditamento IFS

Regolamenti per IFS Food, IFS Broker, IFS Logistics, IFS Cash & Carry

Gli enti di certificazione che voglio condurre audit IFS devono adempiere ai seguenti requisiti: 

  1. Accreditamento (o durante il processo di accreditamento) in accordo a EN 45011
  2. Firmare il contratto  IFS "Framework Agreement"
  3. indicazione della persona di riferimento per IFS
  4. Almeno un auditor approvato IFS  (o durante il processo di approvazione)
  5. Almeno un trainer interno, che conduca le formazioni interne degli auditor 

altre informazioni dettagliate:

Processo di accreditamento IFS secondo ISO/IEC guida 65 (futura norma ISO IEC 17065)

L'ente di certificazione deve accreditarsi per l'IFS in conformità alla ISO/IEC Guida 65 (futura norma ISO/IEC 17065 presso un organismo di accreditamento riconosciuto dall'EA o dallo IAF (si veda la sezione 1).

Nell'ambito del processo di accreditamento IFS in conformità alla ISO/IEC Guida 65 (futura norma ISO/IEC 17065gli enti di certificazione possono organizzare le osservazioni in sito prima di avere conseguito lo status di accreditamento. Essi devono dimostrare di aver iniziato il percorso per ottenere l'accreditamento EN 45011 (Guida ISO/IEC 65 futura norma ISO IEC 17065).

Nota: in caso di ritiro o sospensione dell’accreditamento EN 45011 /ISO IEC Guida 65 ( futura norma ISO IEC 17065) dello scopo IFS per l’ente di certificazione, l’intero processo di certificazione viene fermato e l’ente di certificazione non è più autorizzato ad emettere nessun certificato IFS. In particolare, l’ente di certificazione non può emettere certificati IFS dalla data del ritiro o sospensione, anche per gli audit che sono stati già svolti ma che sono ancora nel processo di certificazione ( redazione del rapporto di audit, decisione circa la certificazione ecc).

 

Firma di un contratto con i proprietari dell'IFS

Dopo avere fatto domanda ed aver acquisito l’ accreditamento IFS in conformità a ISO/IEC Guida 65 (futura norma ISO IEC 17065), l'ente di certificazione firmerà un contratto con IFS nel quale si impegnerà a soddisfare tutti i requisiti IFS. L'ente di certificazione non è autorizzato a effettuare audit IFS (fatta eccezione per la prima valutazione di controllo dell’auditor durante il processo di accreditamento) prima di avere firmato tale contratto.

 

Decisione in merito alla certificazione

La decisione in merito alla certificazione potrà essere presa solo dopo la raccomandazione di una persona competente o di un comitato di certificazione. La persona incaricata (revisore) deve essere sia un auditor approvato IFS, sia un formatore IFS o deve adempiere alle seguenti regole:

 

  • Avere un diploma universitario e 2 anni di esperienza professionale nel settore di qualità e sicurezza alimentare
  • Aver partecipato (come auditor o osservatore) a 10 audit completi (in relazione agli standard riconosciuti GFSI o altri schemi di sicurezza alimentare) negli ultimi 5 anni
  • Aver partecipato ad un corso di formazione sull’igiene
  • Aver partecipato al corso IFS Train the Trainer
  • Non essere la stessa persona che ha eseguito l’audit

La revisione deve essere documentata.

La decisione finale in merito alla certificazione potrà essere presa solo seguendo la raccomandazione di una persona competente o da una commissione di certificazione. Inoltre, la decisione può essere presa solo da una persona differente dalla persona che ha svolto l’audit. La persona competente per la decisione della certificazione o almeno un membro della commissione di certificazione deve essere un auditor IFS, un formatore IFS o un revisore.

In accordo alla EN 45011 /ISO IEC Guida 65 (futura norma ISO IEC 17065) la decisione finale circa la certificazione deve essere fatta dall’ente di certificazione e non deve essere appaltata.

 

Responsabilità degli organismi di certificazione per i formatori IFS e gli auditor IFS (ivi inclusi i professionisti esterni)

Gli enti di certificazione hanno le seguenti responsabilità:

 

  • Facilitare gli audit testimone (dell’ente di accreditamento e/o dall’Integrity Program).
  • Garantire che almeno un membro del loro personale sia un formatore IFS che ha preso parte a un corso IFS "Train the Trainer"; il formatore è responsabile della formazione interna di tutti gli auditor che intendono diventare auditor IFS o che sono già auditor IFS. Le persone che intendono diventare formatori IFS devono soddisfare i requisiti menzionati nel punto 2.5.
  • Nota: per un ente di certificazione che comincia l’attività IFS, questa formazione interna può essere organizzata da IFS a richiesta.
  • Garantire che l'auditor sia competente per lo scopo dell’audit e per la sua effettuazione ed è in grado di far fronte ai regolamenti e legislazioni di competenza, sulla base di IFS e dei requisiti interni dell’ente di certificazione; l'ente di certificazione deve mantenere tali competenze (supervisione continua da parte dell'ente di certificazione) e deve monitorare l'effettuazione dell'audit mediante un'osservazione in sito. Ogni auditor verrà monitorato mediante una valutazione testimone in sito almeno una volta ogni due anni e i risultati di questa valutazione testimone devono essere documentati. L’osservatore deve essere un auditor approvato IFS o deve seguire le stesse regole applicate per i formatori (vedere sezione 2.5).
  • Mantenere una documentazione delle competenze degli auditor.
  • Garantire che nessun auditor abbia agito contrariamente a regole IFS, per esempio agendo come consulente, o sia stato impiegato nella e/o per conto della azienda oggetto dell'audit nel corso dei 2 anni precedenti. Ciò significa che durante il processo di certificazione IFS non è consentita alcuna relazione commerciale e/o personale tra il soggetto sottoposto ad audit e l'auditor.
  • Garantire che nessun auditor esegua più di 3 audit IFS consecutivi nella stessa azienda (si applica per gli audit completi, qualsiasi sia il tempo che intercorre fra questi, audit di follow up e audit di estensione non rientrano in questa regola).
  • Garantire che un auditor venga impiegato solo da un ente di certificazione per l'esecuzione di audit IFS e ciò per almeno un periodo di 12 mesi. In casi speciali, sarà possibile contattare gli uffici IFS, che potranno accordare delle eccezioni.
  • Firmare un incarico per ogni audit e tale incarico deve includere una dichiarazione di accettazione di tutti i requisiti summenzionati.
  • Organizzare una sessione di corso di 2 giornate per gli auditor una volta all’anno con il proposito di condividere le esperienze, calibrarsi e aggiornare le conoscenze sui requisiti legali rilevanti, ecc.
  • Il formatore deve condurre parte del corso di formazione
  • Provvedere all’effettuazione di un'osservazione in sito di un auditor in conformità a standard collegati alla EN 45011/ ISO IEC Guida 65 (futura norma ISO 17065), al fine di garantire la competenza (si veda il glossario) dell'auditor prima che quest'ultimo abbia fatto domanda per gli esami IFS. L'ente di certificazione deve citare nel documento di domanda per l'esame la data e il nome dell'azienda presso la quale l'osservazione in sito sarà eseguita e il nome dell'osservatore. Gli appunti dell'osservazione in sito verranno fornite all'IFS, dietro richiesta, in inglese, francese o tedesco.
  • L’osservatore in sito di un auditor che richiede per gli esami IFS deve adempiere agli stessi requisiti del formatore (vedere sezione 2.5).
  • Includere il nome dell'osservatore nel portale nel momento in cui si scaricano i dati relativi all'audit, quando ha programmato una o più osservazioni IFS specifiche in sito in conformità al capitolo 4.7 di ISO/IEC Guida 65 (futura norma ISO/IEC 17065audit interni.
  • Possedere una conoscenza completa delle regole di esame fornite dagli uffici IFS.

L'ente di certificazione ha la responsabilità di scegliere per ciascun audit IFS un auditor il cui campo di azione, la cui conoscenza delle lingue e le cui competenze siano adeguati.

 

Requisiti specifici per i formatori IFS

I formatori IFS avranno il seguente profilo:

  • Adempiere ai requisiti per gli auditor IFS come descritto nella sezione 3.2 a) b) c) e d)
  • esperienza di audit in conformità agli standard GFSI o altri schemi di sicurezza alimentare
  • conoscenza della legislazione alimentare,
  • conoscenza della legislazione sugli alimenti,
  • aver preso parte a un corso "Train the Trainer" organizzato dall'IFS,
  • conoscenza fluente, scritta e parlata, delle lingue che utilizzeranno durante le sessioni di formazione; i formatori informeranno gli uffici IFS delle lingue che sono in grado di utilizzare ai fini dell'insegnamento.

Al fine di mantenere aggiornate le proprie conoscenze relative all'IFS, ogni formatore IFS deve prender parte a un seminario di 2 giornate di formazione IFS ogni 2 anni. Tali seminari vengono organizzati dall'IFS e sono la base per i corsi di formazione interni agli auditor.

 

Corso "Train the Trainer"

Il corso "Train the Trainer" viene messo a disposizione dall'IFS.

Quando viene pubblicata una nuova versione dello standard, il formatore dell'ente di certificazione deve prender parte al nuovo corso "Train the Trainer" organizzato dall'IFS e deve provvedere a una formazione interna di tutti gli auditor IFS prima che la nuova versione entri in vigore.

Qualora vengano pubblicate nuove dottrine, il formatore deve formare tutti gli auditor IFS prima che le stesse entrino in vigore.

 

Requisiti relativi agli auditor IFS

In generale, gli auditor devono soddisfare i requisiti dei capitoli 7.2 e 7.3.1 di ISO 19011.

Guida passo passo per diventare un auditor IFS

Durante un audit IFS, gli auditor devono, secondo le buone pratiche di audit, utilizzare campioni pertinenti di prodotti, al fine di indagare in sito il processo di produzione e la documentazione dell’azienda auditata e controllare l’adempimento dei requisiti IFS. In particolare, gli auditor devono svolgere nell’azienda, durante l’audit, un test di tracciabilità .

L’IFS pubblica linee guida che possono fornire ulteriori informazioni sugli argomenti da controllare e/o richiesti all’azienda auditata durante l’audit.

 

Requisiti prima di presentare domanda per gli esami IFS

Prima di presentare una domanda per gli esami IFS, gli auditor dovranno soddisfare i seguenti requisiti:

  • Devono aver firmato un contratto con l'ente di certificazione (si veda l'argomento 4.4 di ISO/IEC Guida 65 (futura norma ISO/IEC 17065) ),
  • Devono aver confermato all'ente di certificazione che, per un periodo di almeno 12 mesi, essi eseguiranno audit IFS solo per il rispettivo ente di certificazione. Essi potranno tuttavia lavorare per diversi enti di certificazione in relazione ad altri standard. In casi speciali si dovrà contattare l'IFS, che potrà autorizzare eccezioni.
  • Devono aver partecipato ad un corso interno IFS organizzato dall’ente di certificazione.
  • L’ente di certificazione deve aver osservato e confermato le qualifiche professionali e le competenze degli auditor.
  • L'ente di certificazione deve aver esaminato e confermato la qualifica e la competenza professionale degli auditor.

 

Requisiti generali degli auditor quando presentano domanda per gli esami IFS (IFS Food)

I candidati che fanno domanda per ottenere la qualifica di auditor IFS devono soddisfare i requisiti che seguono, fornendo le relative prove unitamente alla documentazione allegata alla domanda. Presso l'IFS è disponibile un modello di CV (Curriculum Vitae).

a) Titoli di studio relativi al settore alimentare

1) Un diploma universitario in una disciplina collegata ai prodotti alimentari (equivalenti di laurea di primo e/o di secondo grado) ed esperienza professionale di 2 anni nel settore alimentare in aree collegate alla produzione di alimenti (qualità, produzione, R & D, ...)

oppure

2) Se il candidato ha iniziato direttamente come auditor dopo avere conseguito il proprio diploma universitario in una disciplina collegata agli alimenti, dovrà avere 5 anni di esperienza professionale nel settore della lavorazione dei prodotti alimentari.

oppure

3) Se il candidato possiede un diploma universitario (equivalenti di laurea di primo e/o di secondo grado), ma tale diploma non è in una disciplina collegata agli alimenti, dovrà avere 5 anni di esperienza professionale nel settore alimentare - in aree collegate alla produzione di alimenti (qualità, produzione, R & D, ...).

oppure

4) Educazione professionale nella lavorazione dei prodotti alimentari (diploma superiore) e 5 anni di esperienza professionale nell'industria alimentare in aree collegate alla produzione di alimenti (qualità, produzione, R & D, ...).

 

b) Esperienza generale sull’attività di audit

L'auditor dovrà avere effettuato un minimo di 10 audit completi nel settore della lavorazione degli alimenti nel corso dei due anni precedenti. Gli audit devono essere stati condotti presso aziende diverse.

c) Formazione relativa all'igiene degli alimenti (incluso HACCP)

Formazione qualificata sulla base dei Principi Generali del Codex per l’Igiene Alimentare.

d) Formazione in tecniche di audit basate sui sistemi di assicurazione della qualità e di gestione della qualità

Durata: una settimana/40 ore o equivalente

e) Conoscenza pratica e specifica relativa agli scopi di prodotto e tecnologie di prodotto per i quali gli auditor fanno domanda

Per gli scopi di prodotto:

Almeno 2 anni di esperienza professionale nell’industria alimentare in relazione alle attività di produzione per ogni scopo di prodotti per i quali si presenta domanda
o
Almeno dieci (10) audit in ambito di sicurezza alimentare riconosciuti GFSI e/o audit di seconda parte che includano indagini nella qualità e sicurezza alimentare di origine tracciabile e confermati dal distributore o dall’azienda. Gli audit devono essere svolti in diverse aziende.

Nota: l’approvazione per lo scopo 7 (prodotti combinati) e 11 (alimenti per animali) sono collegati al altri scopi. Ulteriori spiegazioni sono indicate nell’Allegato 1.

Per gli scopi tecnologici:

Almeno 2 anni di esperienza professionale nell’industria alimentare in relazione alle attività di produzione per ogni scopo tecnologico per i quali si presenta domanda
o
Almeno cinque (5) audit in ambito di sicurezza alimentare riconosciuti GFSI e/o audit di seconda parte che includano indagini nella qualità e sicurezza alimentare di origine tracciabile e confermati dal distributore o dall’azienda. Gli audit devono essere svolti in diverse aziende.

f) Lingua

Se un auditor intende presentare domanda per una lingua diversa dalla propria lingua madre, deve dimostrare evidenza nel parlare fluentemente questa lingua. In questo caso gli uffici IFS potranno richiedergli di effettuare un esame orale nella lingua in questione.

g) Formazione IFS interna

I materiali di formazione IFS interna si devono basare sui materiali forniti dall'IFS. L'auditor avrà preso parte alla formazione interna (che coprirà IFS, legislazione relativa agli alimenti, igiene degli alimenti, ...) intrapresa da un formatore IFS autorizzato e organizzata dall'ente di certificazione. La durata minima sarà di 2 giorni. L'auditor deve essere competente nella lingua utilizzata durante la formazione (lingua madre e/o lingue dichiarate dall'auditor nel modulo di domanda per l'esame IFS).

Nota: per gli auditor che intendono svolgere altri audit IFS Standard vedere i rispettivi standard IFS, Parte 3, capitolo 1.

IFS è responsabile per la validazione tecnica del modulo di applicazione degli auditor prima che prendano parte agli esami IFS. Se il CV dell’auditor non raggiunge i requisiti sopra menzionati, IFS può rigettare la domanda di registrazione ali esami degli auditor. Se l’auditor non dimostra sufficiente evidenza per gli scopi di prodotto e tecnologici per i quali fa domanda, IFS può rigettarne la domanda di applicazione.

Tutti i contenuti dei CV devono essere comprovati da una persona dell’ente di certificazione la quale deve apporre il proprio nome e posizione in fondo al CV.

Nota: gli uffici IFS hanno la possibilità di ritirare la qualifica IFS dell auditor o non accettarlo agli esami se le informazioni fornite sul CV sono false. Questo tipo di violazione sarà inoltrata all’IFS Integrity Program.

 



If you wish to go to the IFS Americas site please follow this link:

www.ifs-certification.us

By following this link you are leaving the official IFS website.
For the content the IFS Management GmbH is not responsible
If you wish to download official IFS documents please follow this link:

IFS documents

for all further information in Chinese please visit the IFS China:

www.ifs-certification.com.cn

By following this link you are leaving the official IFS website. For the content the IFS Management GmbH is not responsible